Annunci gratuiti a Novara

DETTAGLI
Tipo di annuncio:  Vendo Annuncio per:  Libri
Prezzo:  14 € Comune:  Novara
DESCRIZIONE
E' una storia che narra dell'ennesima disillusione del Commissario Mazzotta, disillusione che appartiene, per un verso o per l'altro, ad un'intera genarazione e questo ci rende, fin da subito, il protagonista, amico e sodale. Mazzotta come è descritto non è nè un Maigret, che ha percorso una lenta carriera da "piedipiatti", nè un Montalbano, geniale ed iracondo; Mazzotta è un ottimo poliziotto integerrimo, lavora con attenzione, votato non tanto alla Giustizia dei tribunali, quanto ad una più ampia giustizia sociale, per i meridionali come me esprimibile dalla frase "dare adienza" cioè dare spazio, risalto all'umanità che lo circonda piuttosto che a se stesso. Questa umanità è composta tanto da sua madre che dai suoi collaboratori subalterni, dalle vittime medesime e dai loro familiari. Per questo, ci dice con brevità e forza Peter Genito, Oronzo Mazzotta, uomo del Salento (Lecce Homo) scrive a "manetta" poesie e verbali.Questo romanzo evidenzia la rilevanza dei territori, degli ambienti, nello svolgimento della vita umana; territori interiori, le pieghe più intime dentro di noi e territori catturabili col fruscio discreto di uno scatto fotografico digitale.I territori di questa narrazione sono prevalentemente tre,Milano,la campagna Toscana e Lecce,dove mito e sogno si confondono in una opulenza sensuale unica.Il tempo in questa narrazione non è mai strettamente cronologico, la prima data che incontriamo nella scrittura indica un giorno del futuro e così pure i territori su menzionati si susseguono nella narrazione senza un ordine preciso o costante. Il "flashback" è una delle modalità di questa scrittura che non è certo quella ordinariamente usata per il genere cosiddetto "giallo". Genito usa una lingua fluida ed ellittica che tende all'abbreviazione, ma guidata dal ritmo metrico della poesia
Pubblicato il 5 Giugno
Rispondi all'annuncio
Invia a un amico
Segnala truffa
Bakeca Consiglia